INTERNET OF THINGS - Come rendere intelligenti gli oggetti

Data: 01.04.2013

Internet delle cose ‘’Internet of the things’’ oggi è una realtà del panorama mondiale Rfid. Il fatto che finalmente i produttori offrano al mercato tag sempre più piccoli, poco costosi, adesivi e di facile impiego, ha molto agevolato la diffusione di questa tecnologia.

Oggetti, veicoli, cose, persone, merci in un magazzino diventano ‘’intelligenti’’ . Possono essere letti automaticamente da varchi fissi, palmari, telefoni cellulari a distanze che possono andare da 2-3 cm a 4-5 metri con tag passivi.

Utilizzando tag attivi, con batteria, le distanze aumentano fino a 50-100 metri e più.

I dati letti sono gestiti da un software Web Based.

Si aprono nuovi mercati verso i quali gli operatori della sicurezza non possono rimanere indifferenti, sono nuovi mercati ancora da sfruttare, specialmente in Italia. Le nostre aziende installatrici, con il loro classico know how, sono già orientate ed attrezzate a fare bene in questo nuovo settore.Serve solo applicare un metodo: affrontare il cambiamento ed applicarsi nelle nuove tecnologie.

Diventa facile vedere sinergie ed integrazioni che si potranno realizzare: Integrazione della CCTV con Rfid, catturare il dato e valorizzarlo nell’ambito di un nuovo contesto.

Esempio : inventariare un magazzino ove alla merce è stato applicato un chip adesivo, il 99% del tempo sarà risparmiato, ed  il dato verrà spedito via IP alla sede centrale per un immediato "just in time" del rifornimento articoli, taglie e colori mancanti.

Ecco perché i magazzini Mark and Spencer utilizzano questa tecnologia già da 4-5 anni, merce sempre disponibile in taglie e colori nei punti vendita facilita l'acquisto da parte dei clienti con il risultato che le vendite sono aumentate del 14% con il Roi molto inferiore ad un anno.

Anche il nuovo negozio Pirelli Pzero di piazza San Babila-Milano è stato attrezzato con Rfid, dalla tracciabilità del magazzino fino all’antitaccheggio Rfid.

Esempio: attivare o meno la centrale d’allarme controllando le aree con l’ausilio di una CCTV che verifichi l'allarme nell’area in questione ; eseguire il riconoscimento del volto della persona comparandolo col dato ID della tessera/badge Rfid del soggetto per stabilire se questo è abilitato a transitare in quella zona.

Esempio : realizzare la Smart City dove le auto vengono riconosciute all'entrata di un parcheggio, dove il lampione della luce Led è multifunzione e serve per la ricarica dell’auto elettrica, per la copertura WiFi e CCTV, tutto in un unico prodotto integrato modulare che renda disponibile anche il Digital Signage.

Esempio : usare il cellulare per pagare il conto utilizzando la tecnologia Rfid (NFC), usarlo come lettore di tag, tratteremo molto di queste applicazioni nel nostro sito.

Tutti questi esempi verrano ben descritti sul nostro nuovo sito Rfid&Security.it.

Sono 3,9 milioni gli oggetti intelligenti interconnessi in Italia nel 2011 (+13% rispetto al 2010), a cui si aggiungono 34 milioni di contatori elettrici.


MAIN SPONSOR

  •  Sensor ID
  • SAPRA Elettronica
  • SMARTREST
  • ACME
  • Technic
  • Temera
  • telefonia e sicurezza
  • Marco Polo