RFID in Italia - Intervista a Luigi Radaelli

Data: 16.02.2016

Come scritto nel precedente articolo, il 2015 è un anno di svolta per il mercato Rfid in Italia. In molte nazioni europee come la Germania e la Gran Bretagna, Francia, Finlandia ed oltre Oceano in Usa, e questa affermazione della tecnologia Rfid è già avvenuta negli scorsi anni. Infatti sono nati molti produttori di componenti elettronici per realizzare sistemi quali chip, tag,lettori, antenne e software. Il mercato Rfid Industriale è formato da: Produttori di tag, Converter cioè ex etichettifici di carta che acquistano antenne e transformano in tag, produttori o rivenditori di componenti normalmente tag e lettori, e systems Integrators. Questi ultimi sono e saranno i più numerosi . Figura simile al nostro installatore e system Integrator del settore sicurezza.

Di seguito un primo elenco di aziende, presenti nel settore Rfid in Italia,suddivise per competenze, con relativo fatturato 2013- 2014. E’ solo un iniziale elenco e non è completo, mi scuso per le molte mancanze nell’elenco, ha il solo scopo di iniziare un lavoro di analisi mercato, e di dimostrarne la potenzialità dei numeri. Questa ricerca nel settore Rfid industriale,  diventerà più completo successivamente negli anni.

PRODUTTORI DI LETTORI Rfid Industriali

Caen Spa                                 1.770.000,00€                 1.890.000,00€

PRODUTTORI DI TAG PRESENTI IN  ITALIA con relativo fatturato

                                                       2014                              2013

Lab Id Srl  Bologna                7.391.000,00€                6.171.000,00€

SmarTres S.p.a Mo.               2.472.000,00€                2.234.000,00€                   

Rotas S.r.l Tv. Converter *     8.900.000,00€                 7.400.000,00€     fatturato totale non solo Rfid

Pasqui S.r.l Pg.Converter*   17.000.000,00€              16.000.000,00€      fatturato totale non solo Rfid

SmarTrac The Nederland

Avery Dennison Usa

EDP Label S.r.l Converter  *    2.992.000,00€                   3.000.000,00€    fatturato totale non solo Rfid

Ceracarta S.p.a  Converter *   25.400.000,00€                  24.400.000,00€  fatturato totale non solo Rfid

Arti Grafiche JuliaS.p Conveter* 6.500.000,00€                  7.100.000,00€  fatturato totale non solo Rfid

DISTRIBUTORI DI TAG E COMPONENTI RFID

Ase Srl Carpi Mo.                     1.424.000,00€                 1.528.000,00€

Soft Work S.r.l Bs.                    1.617.000,00€                1.852.000,00€

Eximia S.r.l Mi.                             847.000,00€                   810.000,00€

IDNova S.r.l Fi.                             259.000,00€                   459.000,00€

Omnisint Nedap ItalyS.r.l              440.000,00                    540.000,00€

System Integrators ed Installatori:

Temera Srl Fi.                                 2.259.000,00€                1.498.000,00€

ACM-e Srl  Fi.                                 1.331.000,00€                1.452.000,00€

Altares S.r.l Tn.*                             1.050.000,00€                  850.000,00€ Fatturato non solo Rfid

Fasthink S.rl Mi.                                  987.000,00€                    414.000,00€

Btg  Tecnologie srl Mi.                        196.000,00€                      50.000,00€

H&S Custom S.r.l  Bi.                          497.000,00€                    391.000,00€

UID Italia S.r.l  Mi.                               105.000,00€                      86.000,00€

Intervista al Dott. Luigi Radaelli MD di SmarTres spa, produttore Italiano di Tag e Labels Rfid.

DOMANDA: Buongiorno dott.Radaelli brevemente mi presenti la sua società SmarTres.

 Smart Res spa è un’azienda a capitale privato, interamente italiano, operativa nel segmento della tecnologia RFID dal 2000. Smart Res produce una tecnologia proprietaria per la produzione di tag. Tale tecnologia è oggi conosciuta come “tag a filo di rame”. Grazie alle caratteristiche di questa innovazione tecnologica la Smart Res, con i suoi prodotti, ha permesso di portare molteplici benefici dell’utilizzo dei tag RFID anche in settori per i quali le tecnologie RFID tradizionali, a metallo inciso, ad accrescimento, ad inchiostro conduttivo, non possono dare le risposte adeguate. Nel settore RFID SmarTres costituisce un centro di eccellenza tecnologico è strutturata su due siti produttivi, uno nei pressi di Modena e l’altro nei pressi di Cosenza. Nel segmento specifico della sicurezza, tra i prodotti disponibili, sia per converter che per utilizzatori finali, ci sono dei prodotti già utilizzati per la tracciatura delle merci, per il controllo accessi, per l’analisi dei flussi, la protezione del marchio e non ultimo i sigilli con funzione di antitamper (antimanomissione) nel settore de trasporto merci. Una attenzione particolare è stata posta dal team di Smart Res per il rispetto dell’ambiente denominato Green Tag. Il processo di fabbricazione dei tag di Smart Res è completamente esente dall’utilizzo di reagenti chimici, a differenza dei procedimenti di fabbricazione standard.

DOMANDA: Nell’articolo precedente di A&S Security ho scritto che il 2015 è l’anno della svolta per il mercato ed ho elencato una serie di clienti finali che hanno adottato la tecnologia Rfid tra i quali: Zara, Decathlon, Mark and Spencer, Michelin, Wall Mart, Gerry Weber, Airbus, Borsheims Jewels, Marc’O Ferragamo e molti altri dell’industria. Vede anche lei un mercato in crescita?

Si, lo confermo. Per molti anni abbiamo osservato un fenomeno che potremmo definire di apprendimento curioso tale per cui innumerevoli sono stati i contatti con le aziende che, per prime, hanno voluto capire meglio le potenzialità della tecnologia e della tecnologia di Smart Res in particolare. Così come a lungo si è percepita una certa diffidenza sulla reale efficacia ed efficienza della tecnologia. Di fatto  l’esperienza estremamente positiva delle installazioni consolidate e l’aumento del loro numero ha convinto anche i più indecisi ad intraprendere la strada della integrazione della tecnologia RFID nei  loro business process. Il risultato è che sempre più aziende hanno iniziato dei percorsi pilota di migrazione verso questa tecnologia. 

DOMANDA: Nel precedente articolo ho inoltre sottolineato che per il settore degli installatori e system Integrators di impianti di sicurezza questo settore rappresenta un’opportunità, quindi di prenderlo seriamente in considerazione. Lei cosa ne pensa?

Il system integrator insieme al prodotto RFID più corretto ad incontrare le esigenze del cliente finale sono i due fattori di successo imprescindibili. Le esigenze e  le problematiche tipiche del settore della sicurezza trovano la loro risposta nei prodotti RFID, a vista, integrati, di prossimità, a distanza, non riutilizzabili, in materiali morbidi o rigidi, etc, insieme alla soluzioni applicative in grado di sfruttare a pieno le potenzialità della tecnologia. La quantità di dati che vengono messi a disposizione, grazie a queste soluzioni integrate, permette non solo di tracciare degli eventi, ma di anticiparli permettendo delle analisi comportamentali in tempo reale. La nuova frontiera, abilitata dalla tecnologia RFID, è quella dell’analisi dei flussi, della correlazione tra dati (oggetti) in movimento ed immagini.

DOMANDA: Quali sono i rischi nell’affrontare una nuova attività seppure pertinente lei vede?

Direi che il rischio c’è in ogni nuovo “percorso” che un’azienda intraprende. Nel caso specifico non bisogna lasciarsi tradire dalla semplicità, apparente, dell’oggetto tag RFID. L’accostamento a cui, purtroppo, abbiamo dovuto assistere per anni è che “è il sostituto del bar code”. Così non è. E’ un oggetto che va capito in tutte le sue innumerevoli potenzialità applicative e condizioni corrette di utilizzo per trarne il maggior beneficio e poter realizzare delle soluzioni i cui risultati vanno ben al di là delle aspettative del cliente.  

DOMANDA: Quali sono i vantaggi?

Non stiamo parlando di rimettere in discussione le soluzioni che oggi sono il bagaglio dei system integrator.  La tecnologia Rfid si mette a disposizione anche per lavorare insieme ad altre tecnologie ed in qualche modo amplificando i risultati che si possono raggiungere, perché no, anche facendo sorgere nuove domande ed esigenze. La versatilità della tecnologia di Smart Res, tale da poter permettere di produrre sia tag tradizionali (forma, materiale e prestazioni comunemente disponibili sul mercato) che tag personalizzati, sviluppati e prodotti in base ai requisiti del cliente, in tempi e quantità contenuti, è un ulteriore strumento a disposizione degli integratori per dare risposte alle esigenze dei clienti fino ad ora lasciate insoddisfatte.

DOMANDA:..Quale crescita del settore Rfid in Italia prevede per i prossimi anni?

20-30%


MAIN SPONSOR

  •  Sensor ID
  • SAPRA Elettronica
  • SMARTREST
  • ACME
  • Technic
  • Temera
  • telefonia e sicurezza
  • Marco Polo