INTERNET OF THINGS - Smart city

SMART CITY

L’espressione Smart è un concetto molto ampio e non solo tecnologico.

Smart City, Smart Factory, Smart Home: si tratta un processo di digitalizzazione che migliora la vita degli utilizzatori e si pone come obiettivo l’innalzamento dei valori di sostenibilità, vivibilità, attenzione all’ambiente e dinamismo economico. Smart City vuol dire anche tecnologie innovative al servizio del cittadino con un miglioramento della vita di tutti, realizzata in armonia e con un’etica che è lo sviluppo di un bene comune e della sostenibilità ambientale.

La Smart City è nata nel 1870-1880 con l’invenzione di Thomas Alva Edison in cooperazione con l’inglese Joseph Swan che inventarono la lampadina per illuminazione cittadina. Secondo me la realizzazione della illuminazione nelle città, trasportando l’energia elettrica con prima scavi sotterranei e poi pali e cavi aerei, ha creato la Prima Smart City. L’invenzione della lampadina non nasce solo dalla mente di Edison e Swan, ma è stata perfezionata dall’italiano Arturo Malignani di Udine. Questa invenzione pochi Italiani la conoscono. Solo la creatività e l’ingegno Italiano ha migliorato l’invenzione della lampadina arrivando ad oltre 900 ore di funzionamento contro i due giorni, e rendendo luminosa e chiara la luce, invece che una luce giallastra inventata in USA. Si è proseguito cosi con le invenzioni nel settore elettrico iniziate da Alessandro Volta(1799) ad Antonio Meucci(1850). Le prime città illuminate furono New York, Parigi , Milano e la piccola Udine nel 1883. Thomas Alva Edison fondò con Giovanni Colombo a Milano la società Edison anche in Italia. Egli proseguì tutta la vita, con un suo team, a fare invenzioni e brevetti, solo così l’economia americana Decollò, anche con l’apporto della tecnologia Italiana.

Una delle principali caratteristiche della Smart City è il progressivo aumento dei “progetti multifunzione” ossia che integrano e condividono in parte o del tutto differenti tecnologie, tutte connesse da reti IP via fibra ottica oppure utilizzando i Ponti Radio. La trasversalità delle applicazioni IOT permette di fare investimenti mirati anche su ambiti applicativi specifici aumentando la soddisfazione e la sicurezza del cittadino, fornendo dati di posizionamento e localizzazione di persone a rischio, e di misure come ad esempio il controllo della temperatura, umidità, della qualità dell’aria, dell’inquinamento acustico.

La sfida è mettere a disposizione dei progettisti e dei system integrator delle città, soluzioni e servizi che derivano da esperienze maturate sul campo. Esse sono rese commerciali da processi di ottimizzazione sviluppati da un team di tecnici specializzati. La sfida è facilitare l’integrazione fra Multinazionali e artigiani ITALIANI progettando integrazioni hardware e software, strutturando filiere produttive multi-azienda a garanzia di qualità e scalabilità di servizi e soluzioni. La sfida è di proporre soluzioni Made In Italy che integrino si dei prodotti internazionali, come le telecamere, access Point, etc. ma allocati con gusto estetico e soluzioni innovative derivate dalla creatività Italiana, che aggiungeranno funzionalità uniche soprattutto anche nell’IoT made in Italy.

Le princiali IoT nell’ambito di una Smart City sono:

  1. Videosorveglianza cittadina e gestione del traffico
  2. Gestione Varco ZTL per centri cittadini
  3. Wifi cittadino nelle aree prestabilite
  4. Controllo accessi al palo
  5. Colonnine s.o.s
  6. Ricarica e-Bike e Ricarica auto Elettrica
  7. Illuminazione pubblica a luce Led e regolazione wireless
  8. Monitoraggio ambientale per: rilevamenti di Temperatura-umidità relativa
  9. Controllo del traffico automobilistico
  10. Monitoraggio della luminosità
  11. Monitoraggio della qualità dell’aria
  12. Monitoraggio dell’inquinamento acustico
  13. Inoltre si potranno anche prevedere con le tecnologie IoT RTLS (real-time location systems)
  14. Monitoraggio della posizione di Asset (esempio mezzi mobili ed altro)
  15. Monitoraggio dei Consumi(Energia ed Acqua)
  16. Monitoraggio dei parametri principali del terreno in aree verdi Comunali oppure rurali. Smart-Agricoltura.
  17. Monitoraggio dell’inquinamento.


PALO MODULARE

PALO Technic è composto da elementi di forma quadrata arrotondata (o rotonde) di diverse tipologie e dimensioni, progettate per contenere al proprio interno l’impianto.

Per sua natura sviluppa soluzioni componibili, con moduli e staffe ad hoc per accogliere vari dispositivi. Gli apparecchi elettronici sono localizzati in specifiche scatole interne con adeguata ventilazione, con i cablaggi completamente nascosti all’interno della struttura, riducendo al minimo l’inquinamento visivo.

In base alle funzionalità desiderate è possibile scegliere la configurazione di Devices più opportuni tra:

  • Videosorveglianza cittadina e gestione del traffico
  • Gestione Varco ZTL per centri cittadini
  • Wifi cittadino nelle aree prestabilite
  • Controllo accessi al palo
  • Colonnine s.o.s
  • Ricarica e-Bike e Ricarica auto Elettrica
  • Illuminazione pubblica a luce Led
  • Sensori IoT per rilevamenti di Temperatura-Qualità aria
  • Sensori IoT per rilevamento RTLS di Persone-Beni-Mezzi


MAIN SPONSOR

  •  Sensor ID
  • SAPRA Elettronica
  • SMARTREST
  • ACME
  • Technic
  • Temera
  • telefonia e sicurezza
  • Marco Polo